AlimentazioneSostenibilità acqua

PER AVERE MENO FAME, BERE UN BICCHIER D’ACQUA E TANTA VERDURA

E poi via libera a minestroni e cereali integrali che oltre a farci sentire sazi aiutano a tenere sotto controllo la bilancia

Dopo le abbuffate del periodo delle feste, ora ci ritroviamo a fare i conti con qualche chilo di troppo. Cotechino, agnello, pandoro, panettone insieme ai tanti brindisi, hanno fatto lievitare il nostro peso in poche settimane. Vorremmo quindi metterci a dieta ma ai buoni propositi spesso non corrisponde il giusto regime alimentare da seguire: non riusciamo a tenere a bada la fame perché lo stomaco si è “abituato” a pasti molto abbondanti.

Quindi la sensazione di essere gonfi e con qualche chilo in più è un classico del dopo feste.
Ma come si può affrontare questa situazione e come rientrare in una sana routine alimentare?

Purtroppo le feste passano e magari qualche chilo di troppo rimane, quindi dovremmo cercare, per prima cosa, di moderare le quantità.

Innanzitutto iniziamo dalla consapevolezza di quanto siamo “in forma” prendendo in esame, per esempio, il nostro punto vita che non dovrebbe superare per la donna gli 88 centimetri (cit.) e per l’uomo i 102 (cit.).

Poi è importante calcolare l’indice di massa corporea per capire se dobbiamo metterci davvero a dieta perché, magari, questi chili di troppo accumulati nel periodo natalizio sono legati solo all’eccesso di liquidi e sono dunque anche la conseguenza di un’alimentazione troppo ricca di sale.

L’importante, inoltre, è suddividere i pasti in tre principali e due spuntini per evitare di arrivare al momento del pranzo e a quello della cena troppo affamati.
E poi è importante non eccedere in senso opposto, saltando un pasto o addirittura rimanendo completamente a digiuno. Ed è quindi sbagliato non mangiare perché si vuole perdere peso.

Ma come evitare di non sentire il languorino della fame?

Il consiglio dei nutrizionisti è di iniziare ogni pasto con “un bel bicchiere d’acqua” e della verdura o degli ortaggi che sono ricchi in fibre. Le fibre infatti ci possono aiutare ad aumentare il senso di pienezza e di sazietà all’inizio del pasto in modo da ridurre la porzione successiva, che sia di primo o di secondo.

Ma oltre alle verdure ci sono anche altri alimenti che saziano di più, come i cibi integrali, parliamo di pasta, cereali integrali. Un bel piatto di lenticchie o un bel piatto di minestrone, saziano proprio grazie al maggiore apporto di fibre.
Per di più, recenti studi hanno dimostrato che le zuppe di verdure miste favoriscono la produzione di alcuni ormoni che contribuiscono a farci percepire il senso di sazietà.

Ed infine la frutta. Secondo i vari studi dovremmo consumare cinque porzioni per mantenerci in salute e di queste almeno due di frutta: più o meno una mela pesa 150 grammi ed equivale a una porzione.

Per quanto riguarda il fatto di mangiarla a inizio o a fine pasto (come qualcuno usa fare) è soggettivo: alcune persone preferiscono iniziare il pasto con la frutta perché ritengono in questo modo di evitare fermentazioni che gonfiano stomaco e intestino, altri invece non hanno problemi nel tenerla come chiusura del pasto.

L’importante è consumarla almeno due volte al giorno. Eventualmente anche sotto forma di centrifugati o di estratti, in modo da non impoverire l’organismo di vitamine e minerali.

PS: Continua a seguirci… e se sei interessato ai nostri prodotti e ai nostri servizi contattaci, oppure se ti va lascia pure un commento qui sotto… Risponderemo immediatamente. Ciao.

dieta-sazieta-acqua-verdure-696x392.jpg
Dieta a base d’acqua

Lascia il tuo commento nello spazio qui sotto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.